}
Ricette facili e veloci , ma anche creative
Il meglio della Cucina Italiana
+ 5.000 ricette deliziose.

La cucina della Nuova Zelanda sa dimostrarsi raffinatissima e molto varia.

Pubblicato da Maia Susana Diaz il martedì 11 settembre 2012 | 10:11:00

new-zealand-mapLe ricette della Nuova Zelanda utilizzano moltissimo l'agnello che ha in questa nazione un gusto particolarmente attraente, altre ricette prevedono specialità a base di pesce sempre molto fresco e di cozze verdi.

La cucina della Nuova Zelanda sa dimostrarsi raffinatissima e molto varia, con una scelta più ampia ad Auckland e lungo tutta la costa rispetto all'entroterra che prevede invece una scelta minore, soprattutto derivante dall'assenza di pesce e crostacei che il mare offre in larga abbondanza. 

La Nuova Zelanda è un paese per gran parte incontaminato, con paesaggi incredibili alla vista.

Malgrado il territorio ancora per vaste zone selvaggio, in cucina la Nuova Zelanda raggiunge vertici di insospettabile raffinatezza, con una scelta più ampia ad Auckland e lungo tutta la costa rispetto all'entroterra che, non disponendo di pesce e crostacei, offre una gamma di specialità più ristretta.
cucina nuova zelandaI neozelandesi amano moltissimo la carne. 

L'agnello è di qualità superiore e si trova dappertutto, mentre la carne di cervo viene proposta nei migliori ristoranti. La Nuova Zelanda è famosa anche per i suoi prodotti caseari: latte, formaggio e gelati sono infatti eccellenti. 

Il pesce è ottimo in questo paese: tra i pesci d'acqua salata che ricorrono spesso nella cucina neozelandese citiamo l' 'hoki', l' 'hapuka', il 'groper', lo 'snapper' e il 'kingfish'. Le cozze verdi si trovano ovunque e sono le migliori e le più economiche del mondo.

I fan delle ostriche non dovrebbero andarsene dal paese prima di aver assaggiato la superba varietà neozelandese: i frutti di mare migliori provengono da Bluff, nell'Isola del Sud.

Particolarmente esotico è il toheroa, un crostaceo raro e carissimo, come pure il tuatua, leggermente più economico. Nei fiumi e nei torrenti abbondano le anguille, un'altra delizia della cucina neozelandese: ottime quelle affumicate. 

Per quanto riguarda il cibo che si consuma nei fast food, i neozelandesi amano moltissimo il pasticcio di carne: questo piatto ha un grande significato culturale per la nazione.
cucina nuova zelanda toheroa
Altro spuntino molto popolare in Nuova Zelanda è costituito dai nachos, le patate cotte con la buccia e gli hamburger sul genere del grande Kiwi burger, serviti con uovo fritto, barbabietole e insalata.
Altre specialità sono: l'afghan, un popolare biscotto di cioccolato fatto in casa; l'hokey pokey, un gelato delizioso con pezzetti di zucchero caramellato; la 'kumara', che è la patata dolce polinesiana, alimento base della dieta maori; e infine la 'paua' od orecchia di mare, duro crostaceo che viene pestato, tritato e poi impastato in frittelle.
cucina nuova zelanda afghan
Una bevanda insolita è il vino prodotto con il frutto del kiwi, di cui esistono molte varietà - fermo e frizzante, dolce e secco - e persino un liquore.

Ma oltre al kiwi la Nuova Zelanda può essere menzionata per una grande produzione vinicola, certamente non confrontabile con l'Italia o la Francia ma indubbiamente una produzione di risalto.
La coltivazione della vite è situata tra il 35° e il 45° parallelo con una distinzione climatica importante tra la South Island, ove si coltivano le uve più meridionali del mondo, e la North Island. 

Negli anni ‘60 la superficie vitata era di appena 400 ettari, ubicata principalmente nella zona di Auckland, affiancata successivamente dalla valle del fiume Gisborne, con una produzione di poco superiore ai 4 milioni di litri, principalmente di vini da tavola aromatici da müller-thurgau.
cucina nuova zelanda cervo
Auckland è la zona vinicola più antica del paese e con i vigneti dislocati principalmente nella Huapai Valley che risalgono all’inizio del secolo.

La nuvolosità accentuata della zona modera i forti livelli di insolazione stabilizzando le condizioni di maturazione delle uve ma il clima umido e le piogge autunnali non sempre favoriscono la produzione di grande qualità.

I ristoranti neozelandesi hanno un livello mediamente basso, nonostante negli ultimi anni si sia fatto molto per migliorare la situazione. I prezzi in genere non sono eccessivi; si distingue tra i ristoranti con licenza per la vendita di alcolici e quelli senza, nei quali però è d'uso il BYO (Bring Your Own), che significa che ciascuno può consumare bevande alcoliche portate da casa. Sono presenti numerosi ristoranti etnici cinesi, italiani, thailandesi, giapponesi e indiani. 
Altri articoli che ti potrebbero interessare:
Honduraspesceallaglio
cucina_finalandese_leipajuusto
cucina_belga
cucina_norvegese
cucina_araba
Ricerca personalizzata
Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sulla maglietta per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
SHARE

A proposito di: Maia Susana Diaz

Ho deciso di aprire questo blog, per condividere insieme ad altre persone la passione che ho per la cucina, da qui il titolo del blog, non mancheranno ricette classiche, rivisitate, personali e cercherò di spaziare il più possibile. Le ricette che troverete rispecchiano il mio quotidiano, spero di riuscire per quanto sia la mia modesta esperienza di poter esservi utile nei miei consigli, perchè qualunque cosa decidiate di fare, la cucina richiede tempo, amore e passione.

0 commenti :

Posta un commento

Archivio Ricette

vini, vitigni, Italia, barolo, lambrusco, chianti, dolcetto Calabria, ricette, cucina, gastronomia cucina calabrese, piatti tipici, mustica, ricette cucina, gastronomia cucina calabrese, dolci, dessert, ricette, cucina cucina siciliana, ricette, gastronomia cannoli, pasticceria siciliana, ricette, cucina ricette, cucina ligure, gastronomia, pesto cucina norvegese, ricette cucina, primi, secondi, dolci, dessert paella valenciana, ricette cucina, Spagna, primi, secondi ricette cucina piemontese, bagna cauda, primi, secondi, dolci

I miei preferiti